Disabili

24-09-2015

Collocamento Obbligatorio

In data 23 settembre 2015 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legislativo 151 del 2015 che ha modificato la legge 68 del 23-3-1999 con decorrenza 24/9/2015.

La normativa 68/1999 ha come finalità l’inserimento di personale disabile nel mondo del lavoro rivolgendosi a quei soggetti che sono affetti da:

a) minorazioni fisiche, psichiche  o  sensoriali e ai portatori di handicap intellettivo, che comportino  una  riduzione della capacità lavorativa superiore al 45 per cento;

b) alle  persone  invalide  del  lavoro  con un grado di invalidità superiore  al  33  per  cento;

c) alle persone non vedenti o sordomute;

d) alle  persone  invalide  di  guerra,  invalide civili di guerra e  invalide per servizio con minorazioni ascritte dalla prima all'ottava  categoria  di  cui alle tabelle annesse al testo unico delle norme in materia  di  pensioni di guerra.

e) ai soggetti a cui è stata accertata dall’INPS una riduzione a meno di un terzo della capacità di lavoro (ovvero i percettori dell’assegno ordinario di invalidità)

e riservando a tali soggetti una quota all’interno delle aziende.

La quota oggi ammonta  a:

1. per le aziende da 15 a 35 dipendenti : 1 lavoratore

2. per le aziende da 36 a 50 dipendenti : 2 lavoratori

3. oltre 50 dipendenti                           : 7% dei lavoratori occupati

Per quanto attiene le aziende che occupano 15 dipendenti, oggi, l’assunzione scatta al raggiungimento di 16 unità (ovvero quanto viene effettuata una nuova assunzione). Con la modifica l’obbligo non scatterà più con la nuova assunzione. Quindi le aziende che occupano almeno 15 unità dovranno riservare una postazione di lavoro ad un soggetto disabile. Tale obbligo scatterà dal 1/1/2017.

Altre modifiche che lo schema di Decreto Legislativo apporterà sono:

1) La possibilità, per le aziende private e pubbliche (è stato esteso anche al settore pubblico) che occupano lavoratori in lavorazioni che comporta un tasso di premio INAIL pari o superiore al 60 per mille, di chiedere l’esonero di tali lavoratori dal conteggio. Tale esonerò comporterà il versamento di € 30.64 per ogni giorno lavorativo e per ogni disabile non assunto.

2) La possibilità di godere di agevolazioni recuperate mensilmente dai contributi INPS. Le agevolazioni che dureranno 36 mesi riguarderanno le assunzioni effettuate dal 1/1/2016 di disabili con una inabilità almeno pari al 67% o del 45 % per la disabilità intellettiva o psichica

3) Le assunzioni di disabili saranno fatte tutte nominativamente

4) Le assunzioni fatte con errata procedura (cioè senza richiesta al Collocamento Obbligatorio) saranno comunque computate per i lavoratori con una disabilità superiore al 60% o al 45% in caso di disabilità intellettiva e psichica.

Si ricorda che per la determinazione della forza aziendale sono esclusi:

1 ) i dirigenti

2 ) i soci lavoratori

3 ) i lavoratori somministrati

4 ) i lavoratori assunti per svolgere attività all’estero

5 ) stagisti/tirocinanti

6 ) i disabili già in forza

7 ) i lavoratori a domicilio

8 ) i lavoratori a tempo determinato di durata non superiore a 6 mesi

9 ) i lavoratori part-time vengono computati in funzione dell’orario svolto

10) il personale di cantiere da intendersi non solo quello operante nel settore edile ma anche quello  addetto a montaggi industriali o impiantistici o di manutenzione svolta in cantiere (interpello 11 del 17/4/2015),

11) il personale viaggiante e navigante nel settore del trasporto aereo marittimo e terrestre

12) i dipendenti del settore degli impianti a fune per il personale addetto al trasporto

13) il personale viaggiante delle aziende di autotrasporto

Per visionare la normativa: vai al documento

Lo studio rimane a disposizione per chiarimenti

Pasquale RUSSO

CONSULENTE DEL LAVORO IN CORNAREDO (MILANO)

Categoria:  DISABILI

Stampa il documento