Modello f24

01-10-2014

Metodi per il pagamento

Si fa presente che, in conformità a quanto previsto dal Decreto Legge 66/2014 art. 11, dal 1 ottobre 2014, per il pagamento del modello F24 occorrerà conformasi alle seguenti instruzioni:

Titolare di partita IVA:

Modelli in cui siano presenti delle compensazioni con un dovuto pari a zero, il pagmento potrà avvenire solo a mezzo Fisco on line o Entratel (no tramite Remot o Home Banking o Cartaceo)

Modelli in cui siano presenti delle compensazioni ma con un dovuto superiore a zero, il pagamento potrà essere effettuato a mezzo Fisco on line, Entratel, Remot/Home Banking (no Cartaceo)

Modelli in cui non siano presenti compensazioni, il pagamento potrà essere effettuato a mezzo Fisco on line, Entratel, Remot/Home Banking (no Cartaceo)

Si ricorda che nel caso di pagamento di modello F24 con utilizzo in compensaizone del credito IVA, annuale o trimestrale, di importo annuo superiore a € 5.000, il pagamento potrà avvenire solo a mezzo Entratel o Fisco on line (disposizione già vigente)

Privati

Modelli in cui siano presenti delle compensazioni con un dovuto pari a zero, il pagmento portrà avvenire solo a mezzo Fisco on line o Entratel (no tramite Remot o Home Banking o Cartaceo)

Modelli in cui siano presenti delle compensazioni ma con un dovuto superiore a zero, il pagamento potrà essere effettuato a mezzo Fisco on line, Entratel, Remot/Home Banking (no Cartaceo)

Modelli in cui non siano presenti compensazioni con un importo dovuto maggiore ad € 1.000, il pagamento potrà essere effettuato a mezzo Fisco on line, Entratel, Remot/Home Banking (no Cartaceo)

Modelli in cui non siano presenti compensazioni con un importo dovuto minore o uguale ad € 1.000, il pagamento potrà essere effettuato a mezzo Fisco on line, Entratel, Remot/Home Banking o Cartaceo

Limitatamente alle imposte risultanti dalla presentazione di UNICO 2014 che si è scelto di pagare a rate, i contribuenti potranno continuare a pagare utilizzando il modello cartaceo indipendentemente dalle regole sopra esposte. Tale facoltà scadrà il 31/12/2014 e non potrà essere utilizzata per il pagamento del seconto /unico acconto 2014

Disposizioni comuni

Nel caso in cui il contribuente (sia esso privato che titolare di partita iva)  riceva un F24 precompilato, questi, potrà utilizzare il modello cartaceo per il pagamento anche se di importo superiore ad € 1.000 e a condizione che non siano indicati crediti in compensazione.

Per maggiori dettagli si rinvia alla circolare 27/e del 23/09/2014 dell'Agenzia delle Entrate.

Vai al documento

Pasquale RUSSO

CONSULENTE DEL LAVORO IN CORNAREDO (MILANO)

Categoria:  FISCO

Stampa il documento